Acquaro, l'impegno della Pro loco contro le dipendenze da sostanze

 

Calabria Ora del 24 Maggio 2013

Rinnovato impegno nel sociale, quello della Pro loco, il cui direttivo, rimodulato di recente e guidato da Franco Lochiatto, ha stilato un programma di eventi di tutto rispetto, volti ad incidere positivamente sul tessuto sociale del piccolo centro montano.

Così, dopo una serie di manifestazioni a carattere aggregativo, come il partecipatissimo pellegrinaggio a Paola dello scorso maggio, per domani pomeriggio, con inizio alle 17 nei locali della scuola media, è previsto un l'interessante evento informativo sulla prevenzione delle sostanze d'abuso, che andrà a trattare un argomento dalla pregnante attualità, che rappresenta un problema riguardante principalmente le giovani generazioni, desiderose di sentirsi più grandi con una sigaretta in bocca, o, intontite dal web, attratte dall'illusione di uscire fuori dai loro problemi e dal mondo, ricorrendo a sostanze che alterano la normale percezione della realtà. Tutte illusioni le cui conseguenze sulla salute, però, sono reali e, a volte, aggravate dall'irreversibilità. Per cui, è meglio stare alla larga da fumo, alcool e droghe e, prevenirne l'uso e l'abuso, diventa imperativo categorico per una società che, proprio nei giovani ha le radici per il suo futuro e, le istituzioni che operano nel sociale, come lo è la Pro loco di Acquaro, hanno il compito di promuovere tutte le manifestazioni necessarie a tal fine.
Due saranno gli argomenti trattati nell'appuntamento di sabato. Il primo, dal titolo "Alcool e sostanze d'abuso", sarà relazionato da Emilio De Pasquale, medico in servizio al nosocomio napitino responsabile per le tossicodipendenze dell'Asp, che, con l'ausilio della proiezione di alcune slide, ragguaglierà i presenti sugli effetti sulla salute e su tutto ciò che ruota attorno alla dipendenza dalle droghe e dall'alcool. Sul secondo argomento, "Lotta al tabagismo", invece, relazionerà Espedito Romano, anch'egli medico e referente del centro antifumo dell'Asp, operoso nell'attività prevista nei piani regionali della prevenzione; Linea Progettuale 2.9.7., che cercherà di persuadere anche chi scrive che il fumo uccide. Sperando sia il più possibile efficace. Al tavolo siederanno anche il presidente della Pro loco Franco Lochiatto, il sindaco Giuseppe Barilaro, la preside dell'istituto comprensivo "G. D'Antona" ed il dottor Domenico Scarmozzino, specialista in cardiologia e medicina interna. È previsto anche un dibattito, con l'intervento del pubblico, che potrà rivolgere agli esperti le proprie domande. «Se sei convinto che la salute viene prima di tutto, partecipa».

Valerio Colaci

Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.