Il fiume "Amello" e la schiumosità che desta sospetti

Acque salmastre: e i cittadini si interrogano sui rischi legati a fenomeni di inquinamento.

Calabria Ora del 25 Maggio 2013

Strano fenomeno, quello verificatosi giovedì scorso ad Acquaro: le acque del fiume "Amello" hanno mostrato ai passanti una strana e consistente schiumosità, visibile lungo tutto il percorso dello stesso.

Il fenomeno, che nessuno ricorda essersi mai verificato prima, si è registrato prevalentemente nella mattinata, quando l'impressione che hanno provato i più è stata come se qualcuno avesse gettato un grosso quantitativo di detersivo, o chissà quale altra strana sostanza, a monte del corso d'acqua che, pertanto, si è trasformato in una scia di schiuma biancastra, la quale ha allarmato molti residenti, al punto di chiederci di scattare qualche foto per denunciare l'accaduto.
Calmo e placido in estate, per via delle scarse precipitazioni, e rabbioso durante i mesi invernali, l'"Amello" divide in due parti il centro abitato e le sue acque sono molto importanti per gli abitanti, che vi irrigano orti ed apprezzamenti di terreno posti lungo il suo alveo, e, grazie anche ad un sistema di tubazioni che le porta direttamente nelle abitazioni, vi annaffiano anche il giardino dietro casa. Ed e proprio per tali utilizzi che chi ha assistito al fenomeno si è preoccupato di esso. Senza contare che nel fiume vivono anche molte specie ittiche d'acqua dolce, per le quali un eventuale inquinamento sarebbe fatale. Ma, secondo alcuni altri passanti, il fenomeno non sarebbe per nulla anomalo e si verificherebbe ogni volta che piove, come è avvenuto la notte precedente, dopo tanto tempo, per via del fatto che la terra respira e, quindi, produce schiuma.
In ogni caso, già nel pomeriggio di giovedì la schiuma ha cominciato a diminuire, per poi scomparire quasi del tutto ieri. Ma non la preoccupazione degli acquaresi, che vorrebbero si vedesse chiaro su un qualcosa che non si era mai verificato prima. Certo è che se di versamento di qualche sostanza si è trattato, sarebbe interessante scoprirne gli autori ed i motivi, visto che le conseguenze, se ve ne dovessero essere, interessano tutti, anche chi in paese non vi vive, poiché tutte le acque vanno a mare. Per cui, se esiste qualche ente preposto al controllo delle acque fluviali, sarebbe opportuno facesse una capatina sul posto per indagare su cosa si è verificato.

Valerio Colaci

Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.