Nessuna certezza sul sostituto

Acquaro, si attende il parere della Regione per il sì al medico di base.

L'Ora della Calabria del 18 Settembre 2013

Occorrerà ancora del tempo per sapere se e quando arriverà il sostituto del medico di famiglia in attesa che, nella prossima primavera, dopo l'espletamento dell'iter concorsuale, venga nominato l'avente diritto che andrà definitivamente a sostituire il defunto e compianto Giuseppe Crupi, venuto a mancare prematuramente lo scorso 5 agosto.

Smaltita la commozione per il commiato, infatti, una certa preoccupazione nella cittadinanza aveva cominciato ad aleggiare per via di alcune voci secondo le quali la popolazione (dell'intero ambito sanitario, costituito insieme ad Arena, Dasà e Dinami), non raggiungeva la quota necessaria per la nomina di un altro dottore. Dopo che da queste pagine, in varie occasioni, erano stati raccolti gli allarmi della popolazione (con annessi calcoli che accertavano l'esistenza dei requisiti per la nomina), della vicenda si era preso a cuore il locale Pd, che, accusando il primo cittadino di essersi scarsamente interessato alla questione, aveva preso l'iniziativa di recarsi dal commissario Asp Maria Bernardi, ottenendo rassicurazioni sulla prossima pubblicazione del decreto di zona carente (che garantisce, quindi, la nomina) e sul fatto che si sarebbe impegnata per vedere se fosse stato possibile nominare, fino all'arrivo del definitivo, un medico sostituto che si prendesse cura dei pazienti che non avevano voluto cambiare con un altro dottore operante nell'ambito.
L'uscita del Pd aveva determinato la reazione del primo cittadino, il quale, recapitando casa per casa una lettera «che mi vedo costretto ad inviarvi - scrisse - avendo contezza della forte preoccupazione sociale che ha generato la vicenda del medico di famiglia », definendosi «bersaglio di chi, con l'inganno e la menzogna, prova a carpire la buona fede della gente, inducendola in confusione col fine unico di accaparrarsi qualche immeritato consenso», aveva spiegato la sua versione dei fatti ed evidenziato il suo impegno nella questione, sottolineando, tra l'altro, che «della possibilità che un sostituto, sino alla nomina del nuovo medico, possa essere nominato vi darò "certezze" dopo l'incontro, da tempo fissato, che avrò lunedì 16 settembre con il dottor Michele Comito, direttore sanitario Asp».
Incontro che pare effettivamente esserci stato, anche se per sapere se il sostituto arriverà occorrerà ancora del tempo. Secondo quanto riferitoci dalla direzione sanitaria, infatti, sulla questione - ben consci, al di là di ciò che dice la legge, dei disagi che stanno subendo i cittadini, in prevalenza anziani - è stata concentrata una grossa attenzione, ma nel brevissimo tempo non potranno essere date certezze. Stando a quanto appreso, appunto, vi sono alcune vedute della normativa regionale vigente che muoverebbero in direzione della nomina del sostituto, altre, invece, che andrebbero in senso contrario. Per questo motivo è stato richiesto un parere al competente dipartimento regionale, per avere un responso al quale, e sapere quale è la migliore soluzione adottabile, occorrerebbero ancora alcuni giorni. Giorni che vorranno dire ancora un po' di pazienza. Proprio quella che inizia a venir meno…

Valerio Colaci

Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.