Nasce l'associazione Amici di San Rocco

E già c'è chi parla di dimissioni di massa.

L'Ora della Calabria del 30 Settembre 2013

È arrivato ad Acquaro da Roma il procuratore generale dell'associazione europea "Amici di San Rocco" custode delle reliquie del santo, Costantino De Bellis, per inaugurare il nuovo gruppo nato in paese su iniziativa del parroco don Saro Lamari.

Gruppo che nei giorni scorsi si è dotato di direttivo, presieduto da Giuseppe Parrucci e composto da Gabriele Galati, Filippo Alessandria, Rosaria Cirillo e Maria Rosa Cirillo, tra i quali si sceglieranno vicepresidente, segretario e cassiere, mentre i probiviri votati avrebbero rifiutato.
Accompagnato dal responsabile provinciale Arcangelo Carri e dal presidente dell'associazione di San Costantino, Antonio De Luca, fratel Costantino ha spiegato le direttive che regolano l'associazione, nata nel 2009 su sua iniziativa e del vescovo di Caserta Pietro Farina, scomparso nei giorni scorsi a 71 anni. «Un'associazione - ha spiegato - apolitica, che vive in devozione a San Rocco, la cui umiltà deve essere strumento per alimentare la fede in Cristo».
Quanto al gruppo d'Acquaro, 63 iscritti, esso dev'essere «in perfetta comunione con l'associazione madre, il procuratore ed il parroco, che ne è l'assistente spirituale. Aderendovi non siete divenuti padroni della chiesa né della festa patronale, ma dovete prendere coscienza che occorre cambiare vita e lavorare per questa comunità e la sua crescita spirituale, seguendo gli insegnamenti di San Rocco». Un discorso, quello di Costantino De Bellis, tutto improntato sulla necessità che il gruppo sia come una grande famiglia e viva in armonia. «Chi non è disposto ad accettare ciò, ed a seguire alla lettera lo statuto, non modificabile, può anche uscirne e richiedere indietro la quota d'iscrizione».
Lo stesso, poi, ha evidenziato gli appuntamenti immancabili per gli aderenti, che devono presenziare alla recita del vangelo ogni 16 del mese, alla messa domenicale ed ai tre appuntamenti annuali obbligatori: il ritiro spirituale di Capriati al Volturno (Ce) di febbraio, il convegno su San Rocco che si svolge ogni anno in una località diversa ed il raduno a Roma che chiude l'anno liturgico, con una serie di eventi tra cui la processione di una statua proveniente ogni anno da un centro lontano differente (a simboleggiare il pellegrinaggio del santo di Montpellier) che quest'anno sarà Seminara (Rc) ed a portare in spalla l'icona sacra sarà proprio il gruppo di Acquaro (a ciò sorteggiato e pronto a partire per l'appuntamento del prossimo 12 ottobre).
Nel finale, dopo la recita di una preghiera e l'auspicio «che possa essere nato davvero qualcosa di bello», fratel Costantino ha dato la parola ai cittadini, permettendo a un iscritto di manifestargli le proprie perplessità sulle modalità di elezione del direttivo, che a suo dire sarebbero «state espletate ignorando quanto previsto dallo statuto», portando a una certa formazione del cda piuttosto che un'altra. Circostanza che non è andata giù ad alcuni, al punto che ci sarebbe già chi parla di dimissioni di massa di un cospicuo gruppo di iscritti.

Valerio Colaci

Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.