Costituito ufficialmente il gruppo "Amici di San Rocco"

Giuseppe Parrucci eletto alla carica di presidente.

Il Quotidiano del 3 Ottobre 2013

Con l'elezione del presidente, nella persona di Giuseppe Parrucci, e del direttivo (Maria Rosa Cirillo, Rosaria Cirillo, Filippo Alessandria e Gabriele Galati) nei giorni scorsi, è stato ufficialmente costituito il gruppo locale dell'Associazione Europea "Amici di San Rocco" guidata a livello nazionale da Fratel Costantino De Bellis, tra l'altro anche custode delle reliquie del Santo di Montpellier.

E proprio per conoscere i nuovi associati e impartire loro tutte le direttive sulla vita associativa, Fratel Costantino, venerdì scorso è giunto in paese, accompagnato dal responsabile regionale dei gruppi Arcangelo Garrì e dal presidente del gruppo di San Costantino Calabro Antonio De Luca. Dopo aver spiegato dettagliatamente come, nel 2009, si è giunti alla costituzione dell'Associazione, il procuratore generale, ha inteso evidenziare a chiare righe che si tratta di «un cammino di crescita spirituale da seguire all'interno dell'Associazione in comunione con la Chiesa e in particolare con la parrocchia e quindi con il parroco, senza pretese e in silenzio. Non pensate che - ha proseguito - costituendo il gruppo si diventa padroni della Chiesa né della festa patronale, ma dovete prendere coscienza che occorre cambiare vita e lavorare per la crescita di questa comunità». Non si è stancato, Fratel Costantino, a ribadire più volte che si tratta di un'associazione «fondata sulla Fede in Gesù Cristo, perché noi siamo Chiesa e pertanto la nostra associazione è apolitica e s'ispira agli insegnamenti di San Rocco».
Proprio per questo lo Statuto "obbliga" il gruppo a impegnarsi a vivere i quattro punti fondamentali della spiritualità rocheliana: il pellegrinaggio, la mitezza evangelica, la preghiera e le opere di carità. Da qui il richiamo del procuratore «a rivedere i propri talenti affidati da Gesù. Iniziate con coraggio e con questo cammino di vita nuova, vivendo nella parrocchia e trasformando il vostro cuore di pietra in carne sull'esempio caritatevole di San Rocco».
Infine, rivolgendosi a coloro i quali si aspettavano che l'associazione fosse tutt'altro, Fratel Costantino, ha ribadito «chi non è intenzionato a fare questo cammino può benissimo tirarsi indietro».
Quanto alla figura del presidente dell'associazione «è colui che è in perfetta comunione con il parroco, si consulta con lui e insieme decidono quello che bisogna portare a termine per la crescita spirituale e umana degli associati». Il prossimo appuntamento per gli iscritti all'Associazione Europea "Amici di San Rocco", e non solo, è quello del 12 ottobre a Roma dove si terrà l'incontro annuale dei gruppi che quest'anno sarà dedicato al compianto Vescovo Pietro Farina che è stato Moderatore e Pastore dell'Associazione.
Grazie a lui è stato infatti emanato il decreto canonico di riconoscimento dell'Associazione Europea, reso pubblico lo scorso 8 giugno.
Per quanto riguarda il neogruppo di Acquaro, questi avrà il privilegio di portare a spalla per le vie di Roma la statua di San Rocco che quest'anno sarà quella di Seminara (in provincia di Reggio Calabria). Insomma, questo nuovo gruppo sta già facendo parlare di sè per l'attività che ha in cantiere per i prossimi mesi.

Giuseppe Parrucci

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.