Dalla Calabria a Roma sulle orme di San Rocco

Pellegrini devoti al santo patrono oggi da tutta la regione per incontrarsi nella capitale.

Il Quotidiano del 12 Ottobre 2013

Dalla Calabria intera e sulle orme di San Rocco, ripercorrendo idealmente quella via romea attraversata dal "Pellegrino di Dio", gruppi consistenti di fedeli si accingono a partire in pellegrinaggio a Roma, per partecipare al tradizionale incontro "Un giorno in preghiera con San Rocco".

Da Acquaro, a cui per sorteggio tocca quest'anno il privilegio di portare a spalla la statua del santo proveniente da Seminara, ad Aprigliano, Bocchigliero, Caccuri, San Costantino Calabro, Filandari, Simbario, Orti, Puzzi, Straorino, Scilla, Gioiosa Jonica, Fiumara, Galatro, Polia e Maierato, tutti paesi che sono iscritti all'associazione europea "Amici di San Rocco", i fedeli si porteranno oggi nella Capitale dove, per le vie principali del centro storico, si svolgerà la solenne processione con l'effigie del santo. L'incontro (altri gruppi giungeranno dal Nord e dal Centro della Penisola, e anche da fuori dei confini nazionali) rappresenta, oltre che un momento di preghiera, anche l'occasione di ricordare quanto sia attuale nell'era contemporanea la testimonianza e l'esempio di un giovane viandante, San Rocco, che attraverso la via romea ha raggiunto la pace interiore. La semplicità, l'umiltà, l'incontro con l'altro, le diversità e le differenze diventano per i fedeli, ma non solo, nella quotidianità aspetti insopprimibili per costruire la "Civiltà dell'Amore"; rientrano così «negli stili di vita per incarnare ancora oggi la Parola del Vangelo, ancora viva e luce per illuminare le coscienze ottenebrate da logiche perverse». Parole, queste, dette da Costantino De Bellis, vulcanico procuratore del sodalizio "Associazione Europea Amici di San Rocco", fondato dieci anni addietro, e che con la sua testimonianza di vita consacrata anima ed è una guida insostituibile per i gruppi, per le associazioni, radicate in tutta la penisola. Mensa dei poveri presso la Chiesa di San Rocco di Roma; ambulatorio medico ed acquisto e distribuzione di medicinali ai poveri e bisognosi; collaborazione con l'Opam a sostegno dei progetti di alfabetizzazione nei Paesi in Via di Sviluppo; costruzioni di pozzi in Burkina-Faso Africa; costruzione di una scuola in Eritrea: sono solo alcune delle iniziative realizzate dall'Associazione.
Da segnalare, anche un museo iconografico, che espone le immagini di San Rocco, con sede in Capriati al Volturno (Caserta), con abnegazione realizzato dal procuratore Costantino De Bellis. Che osserva: «L'Associazione Europea Amici di San Rocco ha risvegliato la vera devozione verso il Santo, ma soprattutto vuole promuovere quegli impegni di vita cristiana, indicata dalla Santa Chiesa, dagli insegnamenti del Sommo Pontefice e dei V esco vi delle Chiese locali, per una autentica testimonianza di fede vissuta nella speranza e per una concreta risposta d'amore verso il Padre e verso i fratelli. Fulcro e culmine del cammino spirituale dell'Associazione sono i due appuntamenti annuali del convegno Europeo e dell'incontro di preghiera "Un giorno con San Rocco" in cui si riflette sulla figura del Santo alla luce del Vangelo di Cristo».
Da qui l'invito forte ad amici, devoti, comunità che venerano San Rocco: «Vi invitiamo a far festa con noi, a condividere il nostro cammino di spiritualità ed amicizia. Incontriamoci! Ogni incontro segna una crescita, un nuovo impegno. La nostra festa, il nostro stare insieme è simbolo di ciò a cui noi tutti aspiriamo: l'incontro con Gesù Cristo. La festa è la gioia con Dio, San Rocco ci accompagna e ci in vita a partecipare a questa meravigliosa festa».

Nando Scarmozzino

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.