Soriano, la luce contro la mafia

In ricordo di Filippo Ceravolo.

L'Ora della Calabria del 25 Ottobre 2013

È il giorno del ricordo, quello odierno a Soriano Calabro, dove, a partire dalle 17 è in programma una serie di iniziative volte a celebrare il triste anniversario dalla tragica morte di Filippo Ceravolo, strappato alla famiglia ed agli amici il 25 ottobre del 2012, quando, a bordo della Fiat Punto di un conoscente cui per una serie fortuita di eventi chiese un passaggio dalla vicina Pizzoni, venne investito da una pioggia di pallettoni che non gli lasciò scampo.

Aveva 19 anni ed una vita ancora d'avanti. Una vita su cui, però, una mano vigliacca ed ancora senza nome decise, sbagliando bersaglio, di chiudere definitivamente il sipario, gettando nel più cupo dolore i familiari: i nonni, gli zii, le sorelle, Maria Teresa e Giusi, mamma Anna e papà Martino. Papà Martino che dà sfogo a tutte le forze per la necessaria reazione, che domanda giustizia per il suo fiore estirpato prima che sbocciasse. Papà Martino che, per farsi forza, sogna il suo "Pippo" angelo tra gli angeli, un angelo che, però, al contrario degli altri, immagina con la candela spenta dalle irrefrenabili lacrime che lui, sulla terra, versa ogni notte. Ma quella candela, la candela dei cherubini, Martino la interpreta come la fonte che serve ad irradiare l'anima candida di chi sta in cielo. Essa deve per forza ardere, per cui occorre farsi tanto coraggio e non piangere, ricordando con amore chi ci ha lasciati e non tornerà più, pregando per lui e lottando per avere giustizia.
E la fiaccolata di oggi serve proprio a questo: a gridare giustizia per Filippo e tutte le altre vittime innocenti che questa terra sarà costretta ancora a piangere fino a che non sarà desta e vigile contro ogni crimine. Già organizzata lo scorso anno dal movimento spontaneo "Mai più vittime, Mai più mafia!", sorto sulla scia dello sdegno e dell'orrore suscitato da quell'inaccettabile fatto di sangue che sconvolse un intero comprensorio, la manifestazione viene riproposta anche quest'anno, voluta dalla famiglia, che ha richiesto la collaborazione dello stesso movimento, di un gruppo volontario di ragazze, che si sono occupate di raccogliere i fondi per le fiaccole e le magliette con il volto di Filippo, dell'associazione "Libera", che sarà presente con i suoi volontari, il responsabile provinciale monsignor Peppino Fiorillo ed il vicepresidente nazionale don Marcello Cozzi. Saranno questi due religiosi a concelebrare, insieme a padre Remigio Romano, la santa messa prevista alle 17 al santuario di San Domenico. Prima di questa, alle 16.30, sarà accolta la carovana della seconda edizione del "Giro della luce", partito in mattinata da Cosenza ed organizzato dal Coni della stessa città e da "Libera".
Per le vie principali della cittadina domenicana, alle 18, si snoderà il corteo silenzioso dei manifestanti, i quali, fiaccola in mano, faranno ritorno alla piazza principale dove saranno invitati ad un momento di riflessione sulle parole degli ospiti presenti, tra cui è annunciata la partecipazione dell'ex parlamentare Franco Laratta, autore, lo scorso anno, di una interrogazione parlamentare sul caso.

Valerio Colaci

Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.