Attese le reliquie di San Rocco

 

Il Quotidiano del 27 Ottobre 2013

Possibile che la reliquia di San Rocco giunga nella comunità di Acquaro. L'evento, significativo per i fedeli del posto, ma anche per quanti non resistono al fascino di questo santo che è il patrono di Acquaro da tempo remotissimo, sarà portato all'ordine del giorno dell'assemblea dei soci della neonata "Associazione Amici di San Rocco", convocata dal presidente Giuseppe Parrucci per martedì prossimo, 29 ottobre, alle ore 18, presso il salone della casa parrocchiale.

L'assemblea dovrà discutere, altresì, degli articoli 3 e 7 dello Statuto, nell'ambito dei quali sono previste alcune direttive. Inoltre, in agenda figurano pure iniziative quali: progetti di carità - adesione alle iniziative proposte dal procuratore generale dell'Associazione Europea "Amici di San Rocco" fratel Costantino De Bellis; possibilità, appunto, di accoglienza dell'Insigne Reliquia di San Rocco e dell'Urna Reliquiario del "Transito di San Rocco" nella comunità di Acquaro; giornata di preghiera mensile (giorno 16), programmazione. Intanto, all'associazione guidata da Parrucci ed alla comunità intera di Acquaro, il procuratore generale fratel Costantino in un comunicato ricorda alcuni temi a lui tanto cari, unitamente agli auguri per un sereno Natale 2013. Non a caso. Prendendo lo spunto dal nuovo anno pastorale solennemente iniziato il 12 ottobre nella splendida Chiesa di San Rocco all'augusteo a Roma(dove i fedeli acquaresi hanno avuto per la prima volta il privilegio di portare a spalla la statua di san Rocco, quest'anno offerta dalla parrocchia di Seminara), fratel Costantino, infatti, non manca di sottolineare che "è un anno che segna una tappa importante: il XV anniversario della nostra Associazione Europea degli "Amici di San Rocco" nata nel 1999". "Sì, sono passati 15 anni (1999-2014) tra ostacoli, momenti di delusione, prove, tentazioni di indietreggiare, ma afferma - la fede in Gesù Cristo e il desiderio di far conoscere le virtù eroiche di San Rocco mi hanno sempre sorretto e guidato anche quando tardavano a fiorire i primi frutti del mio apostolato».
Il procuratore generale, poi, non dimentica di citare ancora una volta «la prematura scomparsa del vescovo e moderatore della nostra associazione Sua eccellenza Pietro Farina», e di ringraziare ancora una volta il vescovo ausiliare mons. Matteo Zuppi «che non ha declinato la mia proposta di sostenerci con la sua guida e protezione pastorale». In tutto ciò sono i prodromi incardinati in un «disegno universale » teso «a celebrare il Santo Natale che ci svela l'originalità del Cristianesimo». Fratel Costantino si preoccupa di dire: «Cari amici e devoti di San Rocco, chi non sperimenta l'umiltà di Dio non può comprendere il Natale e auguro per me e per tutti voi, che prima che arrivi il prossimo 25 dicembre, Gesù nasca dentro ciascuno di noi; ma affinché questo miracolo si compia è necessario comprendere che solo se sapremo aprirci all'amore, se daremo spazio al prossimo nella nostra quotidianità, il divino Bambino trasformerà il nostro cuore in una culla dove potrà adagiarsi e guidarci sui sentieri della vita eterna».

Nando Scarmozzino

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.