"Il morto che vuol campar" di Nicola Vetere


Una volta c'era un morto che non aveva niente da far.
Si prese le sue gambe e si mise a camminar.

Arrivò ad un certo punto che più avanti non si poteva andar
e tutto preouccupato disse:"E adesso come devo far?"

Una voce da lontano, lo stava a chiamar:
"Se in paradiso vuoi andar, tu di qua devi entrar!"

Piano piano entrò dentro e guardò tutto per bene,
ma poi si fece i conti per veder se gli conviene.

Poi chiese:"Signor San Pietro, levatemi sta curiosita';
ditemi se Voi tenete Cristo ancora in Croce qua.

Forse qui non si può parlar e Lui ha alzato la voce
e forse questo e' il motivo per cui lo avete messo in Croce.

Adesso, signor San Pietro, fatemi una carita'!
Fatemi tornare vivo perché io morto non ci voglio star!

E poi, un funerale semplice costa un patrimonio,
invece di essere morto, meglio stare in manicomio.

Io non vi voglio offendere, Voi mi dovete perdonar,
però vi posso dire che sul mondo si sta meglio di qua.

Se niente altro si può aver, almeno si può parlar!"

Commenti   

Carmela Rodolico
# Carmela Rodolico 2011-07-07 07:59
La sua poesia è ironica, gioiosa ed originale.Compl imenti a lei per la sua bravura.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.