"'U patruni" di Antonio Perugino


Pasquale, per odio o per vendetta, non vuole fare visita al suo padrone che, agonizzante, sta per prendere congedo dalla vita. La moglie però lo costringe a questo ultimo sforzo.

Cùamu sarìa ca non bua 'u vai ?
Si non ti sbrighi oja su' guai.
Mòvati ! Azat'i 'stu lìattu
vai a' casa e porta rispìattu.


C'u cùari sutt'a 'na petra
'a caminata lenta, queta queta
abbuss' a porta e si presenta
'a serva 'nci apra quand'u senta.

Trasa nt'a stanza
sutt'e lenzola 'na panza
'u respiru curtu, affannatu
ogni secundu è guadagnatu.

Cùamu jàmu don Peppinu…

Caru Pascala ormai  è destinu
mi resta pùacu 'i campara
'sta vota non cè nenta 'i fara.


Fativi coraggiu, pregati 'i santi
prima 'i vui 'nci'a fìciaru tanti.

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.